3 minutes reading time (522 words)

Aliquote iva per interventi edili di ristruttrazione o manutenzione di fabbricati

Aliquote iva per interventi edili di ristruttrazione o manutenzione di fabbricati

Le opere di cui alle lettere c), d) ed e), art. 3 DPR n.380/2001(restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia e ristrutturazione urbanistica) scontano iva agevolata 10% su qualsiasi fabbricato (commerciale e abitativo).
Le opere di cui alle lettere a) e b), art. 3 DPR n.380/2001(manutenzione ordinaria e straordinaria) scontano iva agevolata 10% solo su fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata:

- unità immobiliari categorie catastali da A1 ad A11, ad eccezione A10, a prescindere dal loro effettivo utilizzo

- interi fabbricati a prevalente destinazione abitativa (aventi cioè più del 50% della superficie sopra terra destinata ad uso abitativo privato) per gli interventi di recupero sulle parti comuni

- edifici di edilizia residenziale pubblica connotati dalla prevalenza della destinazione abitativa
- edifici assimilati alle case di abitazione non di lusso (ai sensi art. 1 Legge 659/1961) a condizione che costituiscano stabile residenza di collettività (es. orfanatrofi, ospizi, conventi, ecc.)
- pertinenze di immobili abitativi.

 

Manutenzioni: tipologia interventi agevolabili
Manutenzione ordinaria: opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza impianti tecnologici esistenti.
Manutenzione straordinaria: opere e modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non laterino la volumetria complessiva dell’edificio.
Il decreto 133/2014 (cd. Sblocca Italia) ha ricompreso nelle manutenzioni straordinarie alcuni interventi prima classificati come “ristrutturazioni” :
•    quelli comportanti modifiche delle singole superfici delle unità immobiliari, purchè non alterino la volumetria complessiva dell’edificio (e non più i volumi e le supercifi delle singole unità immobiliari);
•    quelli consistenti nel frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere anche se comportanti la variazioni delle superfici delle singole unità immobiliari nonché del carico urbanistico purchè non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l’originaria destinazione d’uso.
Pertanto questi interventi scontano aliquota agevolata iva del 10% solo se realizzati su edifici a prevalente destinazione abitativa privata.
L’agevolazione iva 10% riguarda le prestazioni di servizi aventi ad oggetti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria complessivamente intese, per cui si estende anche alle forniture delle materie prime e semilavorate e degli altri beni necessari per i lavori, a condizione che tali beni siano forniti dallo stesso soggetto che effettua la prestazione (fornitura con posa in opera) e che non si tratti di beni qualificati come “significativi”. Questi ultimi, individuati dal D.M. 29/12/1999:
ascensori e montacarichi
infissi interni ed esterni
caldaie
video citofoni
apparecchiature di condizionamento e riciclo dell’aria
sanitari e rubinetterie da bagno
impianti di sicurezza

L’aliquota ridotta viene applicata sino a concorrenza dell’ammontare della prestazione, considerata al netto del valore degli stessi beni.

Non rientrano tra le prestazioni agevolabili:
•    fornitura di materiali o beni da un soggetto diverso da quello che esegue i lavori o acquisto diretto dal perte del committente;
•    prestazioni professionali;
•    prestazioni rese in esecuzione di subappalti alla ditta esecutrice dei lavori.

 

Interventi di restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia e ristrutturazione urbanistica
Per le ristrutturazioni l’aliquota iva del 10% è invece applicabile:
- su qualsiasi tipologia di fabbricato, quindi anche capannoni, uffici, negozi, ecc.
- per la cessione di beni forniti per la realizzazione degli interventi
- sia ai contratti di appalto che di subappalto

 

FAC SIMILE DI DICHIARAZIONE

2015_02_12_fac_simile_dich_iva_agevolata.doc

Esonero contributivo triennale per nuove assunzion...
Controlli società estinte; più tempo per il Fisco
 

Commenti

Già registrato? Login qui
Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://studiothemis.net/

Iscriviti al blog