Contratti a tempo determinato - scadenza periodo transitorio al 31 ottobre 2018

Il decreto dignità prevede numerose modifiche al regime del contrato a tempo determinato e della somministrazione di manodopera. Dal momento della sua entrata in vigore ne determinerà una stretta e per i datori di lavoro sarà più complicato servirsi di questa tipologia contrattuale. Al contempo è stato previsto un periodo transitorio che terminerà il prossimo 31 ottobre 2018. Durante questo periodo transitorio una cospicua parte delle restrittive novità non si applicheranno. Ricordiamo pertanto che a far data dal 1 novembre 2018 le novità saranno a regime. Le riepiloghiamo velocemente:
 
  1. Contratti a tempo determinato oltre i 12 mesi di durata necessitano di apposite causali giustificative da indicare nella lettera di assunzione;
  2. Proroghe che spostano ad oltre 12 mesi la durata del contratto necessitano di apposite causali giustificative da specificare negli accordi di proroga;
  3. Rinnovi di contratti a tempo determinato dovranno prevedere apposite causali giustificative;
  4. Numero di proroghe effettuabili nell'arco di 24 mesi, passano da 5 a 4;
  5. Durata massima di contratti a tempo determinato tra il medesimo lavoratore e medesimo datore di lavoro per mansioni inquadrabili nello stesso livello e categoria contrattuale a prescindere da proroghe e rinnovi: si passa da 36 mesi a 24 mesi;
 
 
Lo Staff dello Studio Themis rimane a vostra disposizione per i necessari chiarimenti.
 
Continua a leggere
  404 Visite
  0 Commenti
404 Visite
0 Commenti

Entrata in vigore del Decreto Dignità - novità fiscali

A seguito dell’entrata in vigore del decreto c.d. “dignità”, principalmente, in ambito fiscale sono in intervenute le seguenti modifiche:

La scadenza in riferimento all’adempimento comunicativo di cui all’art. 21 c.1 del DL 31 maggio 2018 n.78, comunemente chiamato “spesometro”, è così definita:
  • Per chi effettua l’invio dei dati trimestrali, il terzo trimestre ha termine il 28/02/2019;
  • Per chi effettua l’invio dei dati semestrali, il primo semestre ha termine il 30/09/2018, il secondo semestre il 28/02/2019;
  • Le disposizioni di cui all’art. 17-ter c.1 DPR 26/10/1972 n.633, definite “split payment”, non si applicano più, da ora, ai compensi per prestazioni di servizi assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta sul reddito (es. venditori porta a porta) e verso le società controllate, direttamente o indirettamente ,da società, semplificando, “pubbliche”.

A disposizione

Continua a leggere
  376 Visite
  0 Commenti
376 Visite
0 Commenti

BUSINESS = DIFFICOLTA???? ......E' SEMPRE "TUTTO UN PROBLEMA..."

BUSINESS = DIFFICOLTA???? ......E' SEMPRE "TUTTO UN PROBLEMA..."
BUSINESS = DIFFICOLTA???? ....... E' SEMPRE "TUTTO UN PROBLEMA..."

Con chiunque si parli di "affari - attività lavorativa", a prescindere dalla posizione ricoperta - imprenditore/professionista (c'è ancora differenza?) o lavoratore dipendente - emergono difficoltà, disagi, insicurezze, insomma un malessere generale che predomina la vita di tanti, facendo sì che le positività (sicuramente ce ne sono...) non vengano minimamente considerate, perchè non viste, nascoste da tanto disagio.
Continua a leggere
  1267 Visite
  0 Commenti
1267 Visite
0 Commenti

Iscriviti al blog