2 minutes reading time (329 words)

Credito d'imposta per i canoni di locazione

calcola il credito di imposta sui canoni di affitti e locazioni per i soggetti danneggiati dal covid 19 versione cloud
 
Il DL “Rilancio” ha modificato, ampliandolo, il credito d’imposta già introdotto dall’art. 65 DL 18/2020 (decreto “Cura Italia”).

a chi spetta?

- esercenti attività d'impresa arte e professione con ricavi o compensi non superiori ad euro 5 milioni di euro (riferimento periodo d'imposta 2019)
- strutture alberghiere e agrituristiche indipendentemente dal volume di ricavi

a quali condizioni?

- per la generalità delle attività economiche

  diminuzione del fatturato e dei corrispettivi di almeno il 50% mesi di marzo - aprile e maggio 2020 (separatamente considerati) rispetto a marzo - aprile e maggio 2019.

- per le strutture turistico ricettive con attività solo stagionali

  diminuzione del fatturato e dei corrispettivi di almeno il 50% mesi di aprile - maggio e giugno 2020 (separatamente considerati) rispetto a aprile - maggio e giugno 2019.


in quale misura spetta?

- 60% canoni di locazione immobile ad uso non abitativo destinato all'attività

- 60% canone leasing immobile ad uso non abitativo destinato all'attività

- 30% canone di affitto di azienda e contratti di servizi a prestazioni complesse comprensivi di almeno 1 immobile


quando si può utilizzare?

successivamente all'avvenuto pagamento dei canoni di ciascun mese considerato


è tassabile?

no, il credito d'imposta non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini IRAP


attenzione!

chi ha usufruito del credito d'imposta previsto nella stessa misura dal precedente decreto CURA ITALIA (utilizzabile dal 25/03/2020 solo per immobili categoria C1) non può usufruire del credito d'imposta in esame.

esemplifichiamo!!

canone di locazione mese di marzo 2020 euro 500 pagato il 12/04/2020

credito d'imposta = euro 300 (€ 500 x 60%) compensabile dal 13/04/2020 in F24


N.B. se alla data odierna si è già usufruito del credito d'imposta previsto dal Decreto CURA ITALIA, per il mese di marzo non si può usufruire del credito d'imposta previsto dal Decreto RILANCIO per lo stesso mese di marzo. Si potrà usufruire del nuovo credito d’imposta sui canoni dei mesi successivi.


Irap: annullato il saldo 2019 e l'acconto 2020
Contributo a fondo perduto

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Già registrato? Login qui
Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://studiothemis.net/

Iscriviti al blog